Carissime amiche, carissimi amici, condividiamo volentieri questa lettera arrivata dal Saint Martin e dall’Arche Kenya.

A tutti gli Italiani, sappiamo che in questo momento regna la desolazione, ma andrà tutto bene. Ne siamo sicuri!!

Il Kenya e l’Italia hanno intrattenuto cordiali relazioni sin dall’arrivo dei primi missionari nel 1902. Hanno collaborato in aree fondamentali per lo sviluppo del Paese come il miglioramento del servizio sanitario, lo sviluppo idroelettrico, la conservazione dell’ambiente, lo sfruttamento delle risorse naturali e l’urbanistica. Le buone relazioni si sono rafforzate anche grazie allo scambio di visite tra i due governi, come le ultime visite del Presidente del Consiglio Italiano nel 2015 e dal Presidente della Repubblica del Kenya nel maggio 2017.

Nella città di Nyahururu, al Saint Martin e all’Arche Kenya, i legami con l’Italia vanno oltre la cooperazione internazionale, è vera e propria fratellanza. Esistono evidenti rapporti di trasformazione reciproca con moltissime persone e numerosi partner. Il fondatore del Saint Martin e il suo successore sono missionari della diocesi di Padova. Essi hanno anche avuto un ruolo fondamentale nella nascita e crescita della Comunità dell’Arca in Kenya. L’eredità che hanno lasciato è un dono grande per le comunità di Nyahururu e per tutto il Kenya.

Siamo profondamente preoccupati per la recente pandemia di Covid-19 e il suo impatto sul popolo italiano. Questo straordinario evento sta richiedendo un alto numero di vite umane, ha interrotto la vita sociale e comunitaria, ha gravemente compromesso le attività commerciali e minato il senso di sicurezza tra gli italiani. Ammiriamo ed applaudiamo tutti i medici e gli operatori sanitari che mettono a rischio la propria vita in prima linea per salvare vite umane, ma anche le persone che aprono le finestre e cantano per dare speranza a coloro che sono rimasti soli e tutte quelle persone che si impegnano quotidianamente per portare il loro contributo. Speriamo sinceramente che oltre alle misure messe in atto in questo periodo, possa emergere una soluzione definitiva e milioni di famiglie possano così tornare alla tranquillità di prima. Il nostro più grande desiderio è la sicurezza e il benessere per tutte le persone in Italia.

Conosciamo la forza e le virtù del popolo italiano e abbiamo fiducia nelle vostre capacità. Il Rinascimento ne è la prova, l’Italia in quei secoli guidò la trasformazione culturale e intellettuale dell’Europa intera. Fu un periodo storico unico e di grande fermento artistico. Crediamo nella potenzialità del popolo italiano di uscire da questa pandemia più unito e più forte, di trasformare questa maledizione in benedizione. Siamo sicuri che questa pandemia farà guidare all’Italia l’agenda mondiale della salute.In questi giorni difficili, l’Italia ha condiviso con il mondo informazioni preziosissime dalle quali continuiamo a trarre una grande quantità di conoscenze e lezioni sulla gestione della situazione. Ci vuole coraggio e amore incondizionato per condividere informazioni imparziali con tutti. Grazie alle vostre ferite e sofferenze molte nazioni stanno salvando vite umane.

Il nostro affetto e la nostra vicinanza vanno in particolare alle famiglie che hanno perso i loro cari. Offriamo la nostra solidarietà e le nostre preghiere a tutte le persone ricoverate negli ospedali, ammalate nelle case e a tutti i loro cari.

Preghiamo e abbiamo fiducia che tutto il popolo italiano, i nostri amici, partner e collaboratori abbiano la capacità di rimanere saldi e uniti aspettando che il sole sorga di nuovo. Siamo convinti che presto una nuova alba sorgerà. Siete nei nostri pensieri in questo momento difficile e per i tempi che verranno.


Non siete soli, siamo insieme.

St. Martin Community, L’Arche Community, People of Kenya