Informativa breve sulla gestione dei dati personali e dei cookie nel rispetto della normativa GDPR
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, questo sito potrebbe usare cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie.
Nel rispetto della normativa GDPR, per saperne di più sulla gestione dei cookie e sull'uso dei dati personali consulta la nostra Cookie Policy.

  • 5x1000 NIENTESTASCRITTO-01

     

  • SDC slider 576x244

     

     

  • collage 3

     

    oltre 4000 Beneficiari dei progetti di cooperazione che  si ispirano ad un approccio comunitario e partecipativo.

     

     

     

     

    Quattro i paesi con i quali lavoriamo: Kenya, Ecuador, Bosnia e Israele

    Leggi l'articolo

COMUNI/CARE_Nr_31 aprile 2018

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE 

Seminario Carta di Trento per la cooperazione internazionale

cartaTorna a Trento il 18 maggio l'annuale appuntamento con il seminario della Carta di TrentoIl seminario rappresenta una tappa del percorso della Carta di Trento per una migliore cooperazione internazionale e mira a raccogliere in questa edizione spunti di riflessione sul rapporto tra la cooperazione internazionale e lo sviluppo di comunità. La cooperazione internazionale si trova ad operare in un contesto globale sempre più complesso, frammentato e in trasformazione. Ecco quindi la necessità di superare modelli e visioni non più attuali. Operare con approcci unidirezionali, di mero aiuto allo sviluppo e come unici agenti di crescita non permette di costruire azioni che rispondano ai reali bisogni della comunità e che siano efficaci e sostenibili.

Occorre quindi appropriarsi di nuovi immaginari in cui ogni territorio, per quanto impoverito, è portatore di saperi, tradizioni, culture. E' importante passare dalla logica dell'aiuto alla logica dei diritti per accrescere il senso di responsabilità e appartenenza alla comunità. Comprendere l'importanza dell'investire nell'empowerment del capitale umano e sociale per generare un cambiamento duraturo nelle comunità e creare luoghi dove nessuno sia escluso. Così come lavorare per attivare processi di trasformazione sociale sia nelle nostre comunità che in quelle dei Paesi in cui si opera considerando l'evidenza dell'interdipendenza (umana e planetaria) e la necessità di un rapporto tra pari. E' importante quindi, accanto all'azione, riflettere sul senso dell'intervento, aprire alla complessità degli scenari e delle potenzialità, esplorare e apprendere da esperienze vicine e lontane, ragionare sui rischi e i dilemmi che l'agire della cooperazione internazionale inevitabilmente porta con sé e che richiedono una piena consapevolezza del proprio ruolo e della realtà in cui si opera. Il seminario del 18 maggio è rivolto agli operatori della cooperazione internazionale, agli insegnanti, agli studenti e ai ricercatori interessati alle questioni sociali internazionali, indipendentemente dagli ambiti d'intervento o di specializzazione. 

 Info & Iscrizioni: Fondazione Fontana / Federica Detassis / 0461 39009Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / www.cartaditrento.wordpress.com

 

 Niente Sta Scritto a Passi Verso l'altrove (TV)  e al Festival della montagna (TN)

trento film festivalNiente sta scritto, è stato presentato martedì 10 aprile  a  Villa Zanetti di Villorba (TV) nell'ambito della Rassegna Passi verso l'Altrove
Il filo conduttore che lega gli incontri di questa Rasegna è la testimonianza di persone che aiutano a riflettere su realtà e storie particolarmente significative. Un viaggio verso l'altro e l'altrove per conoscere e capire. 

La prossima tappa del film di Marco Zuin,  che ha come protagonisti Martina Caironi e Piergiorgio Cattani sarà il TrentoFilm Festival, a Trento dal 26 aprile al 6 maggio. Dal 26 aprile al 6 maggio La Rassegna cinematografica è giunta alla 66.ma  edizione con il record di 710 film iscritti, di cui 149 selezionati (comprese le pellicole per le scuole e le famiglie) e 25 in concorso. 150 appuntamenti, tra serate evento, incontri, mostre e convegni. Numerose saranno le anteprime nazionali alla rassegna MontagnaLibri. Le proiezioni Di Niente Sta Scritto saranno il 30 aprile alle 15.15 e il 3 maggio alle 19.15. «Niente sta scritto è per me un film delicato, perché prova con leggerezza ad evocare una vita segnata dalla difficoltà fisica. Parla di persone, andando oltre l’impatto che si ha di fronte a un corpo imperfetto» afferma il regista Marco Zuin «È un racconto fatto di incontri e momenti di vita semplice dentro cui perdersi: gli spettatori sono invitati a stabilire un contatto con i protagonisti, non come semplici osservatori. Siamo immersi in un flusso visivo in cui sentirci legati, anche se le nostre storie non si incrociano, così come non si incontrano mai le storie di Martina e Piergiorgio. Il fine non è creare una narrazione ma osservare, dare meno informazioni e più tempo al pensiero, per smuovere adesione. Spero che la visione di questo film, così come è stato per me farlo, si trasformi in un’esperienza emotiva, per scoprire chiavi di lettura per la nostra sensibilità di spettatori. Spero sia visto come un approccio sincero alla comprensione del mondo». «In questo documentario non ci sono persone geniali, non siamo di fronte a eroi, angeli o campioni di sopportazione» afferma Piergiorgio Cattani «L’intenzione è quella di lasciare spazio allo spettatore affinché si senta chiamato in prima persona a riflettere, a prendere posizione. I due protagonisti sono seguiti con discrezione dalle macchine da presa attraverso immagini evocative, brevi scene quotidiane di incontro e di condivisione. In una stanza oppure al centro di uno stadio. In famiglia, tra gli amici, nella natura, nello sport, nel lavoro. Insomma nella vita di relazione. Perché solo dentro la comunità niente sta scritto, perché ognuno è in grado di raggiungere dei risultati per se stesso e per gli altri». www.fondazionefontana.org

 

EDUCAZIONE 

Disabilità e Diversità nelle scuole trentine

sophie scholl 4A 29.01.2018 Si conclude la prima fase del progetto “Disabilità e diversità per l’inclusione di tutti” con il quale Fondazione Fontana, in collaborazione con La Rete Cooperativa Sociale ha promosso in nove classi del Liceo Sophie Scholl e del Liceo Rosmini di Trento un laboratorio e la visione di Niente Sta Scritto così da sperimentare e incontrare la disabilità per contribuire a costruire nelle giovani generazioni atteggiamenti di apertura, disponibilità, accoglienza verso la diversità.Ecco i pensieri di alcuni dei ragazzi e delle ragazze che hanno partecipato ai laboratori : Vedere quel film mi ha fatto particolarmente pensare a quanto noi siamo dipendenti dagli altri, nonostante, il più delle volte, non vogliamo esserlo. Secondo me, dovremmo essere più aperti a essere aiutati dall’altro, cosa che diventa indispensabile nel momento in cui si ha una disabilità di qualunque tipo. Per me è stata un’esperienza di fondamentale importanza per capire più a fondo il mondo visto da una persona disabile. […] Ho sicuramente capito le difficoltà alle quali incorrono i disabili tutti i giorni e ritengo che la società, in particolare la nostra, non sia ancora preparata ad accogliere questi bisogni. 

 Le attività proseguono poi con il nostro direttore di Unimondo, Piergiorgio Cattani, nonché protagonista di Niente Sta Scritto che presenterà il documentario il 18 aprile all'Iti Buonarroti di Trento,  20 aprile al Don Milani di Rovereto e il 2 maggio al Parti di Trento. Il progetto è promosso da Fondazione Fontana Onlus in collaborazione con La Rete Cooperativa Sociale, Centro per la Cooperazione Internazionale, GTV Gruppo Trentino Volontariato, contributo della Provincia autonoma di Trento.

 

 Partecipazione e comunità. La WSA nelle scuole secondarie di Padova

screen shot

La sfida per i 600 studenti coinvolti nella World Social Agenda 2017-18, "PARTNERSHIP – Partecipazione e Comunità" è stata davvero impegnativa: capire COME e DOVE si PARTECIPA e si CREA COMUNITA'. I ragazzi delle 24 classi delle scuole secondarie di II grado di Padova e provincia hanno svolto un lavoro a gruppi che prevedeva la realizzazione di un'intervista con l'aiuto del giornalista Gianni Belloni. Alle studentesse e agli studenti, suddivisi in gruppi, è stato richiesto di approfondire i temi proposti e di realizzare delle interviste seguendo alcune tracce relative agli ambiti e ai luoghi da esplorare: la FAMIGLIA e le sue REGOLE; la SCUOLA come COMUNITÀ; il TEMPO IMPEGNATO, inteso come PARTECIPAZIONE ad attività organizzate; il TEMPO LIBERO, in cui si intrecciano RETI relazionali; la POLITICA come custode del BENE COMUNE. I ragazzi hanno coinvolto personalità politiche, professionisti in ambiti molto diversi, genitori, insegnanti. Attraverso il progetto hanno "vissuto" la partecipazione e la sua complessità su un doppio livello: da un lato riflettendo su questo tema attraverso le risposte degli intervistati; dall'altro vivendo sulla propria pelle il processo di presa di decisioni condivise all'interno del proprio gruppo, le difficoltà e le soddisfazioni del realizzare attività insieme, la responsabilità di farsi carico del lavoro, per una comprensione profonda ed autentica dei processi partecipativi. Le 130 interviste sono state pubblicate sul blog e videoregistrate dai ragazzi stessi, per andare a comporre un documentario a cura del regista Marco Zuin. Tra il 16 e il 26 aprile si svolgeranno le mattinate conclusive del progetto in tutte le scuole coinvolte. www.worldsocialagenda.org 

 

Uno sguardo sui prossimi appuntamenti

CAMPODARSEGO

(PD)

13 aprile

Niente Sta Scritto

Venerdì 13 aprile alle ore 20.45 a Campodarsego ci sarà una proiezione gratuita di Niente Sta scritto presso il Cinema Aurora. L'incontro è organizzato da Aurora Cinema e Teatro  e APIS Associazione per la Promozione e l'Inserimento Sociale.

 

TRENTO

18 maggio

Seminario della Carta di Trento

Torna a Trento il 18 maggio l'annuale appuntamento con il seminario della Carta di TrentoIl seminario rappresenta una tappa del percorso della Carta di Trento per una migliore cooperazione internazionale e mira a raccogliere in questa edizione spunti di riflessione sul rapporto tra la cooperazione internazionale e lo sviluppo di comunità. La cooperazione internazionale si trova ad operare in un contesto globale sempre più complesso, frammentato e in trasformazione. Programma in fase di definizione.

Info & Iscrizioni: Fondazione Fontana / Federica Detassis / 0461 39009Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / www.cartaditrento.wordpress.com

 

 

 

logo facebook

5x1000 2

fondazione-fontana-logoword-social-agenda-logoimpresa-solidale-logounimondo-logo