Informativa breve sui cookies
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, questo sito potrebbe usare cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie.
Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy.

  • DSC 0456 resize

     

     Simona Atzori dona il suo 5x1000 a Fondazione Fontana onlus

    FAI COME  LEI!

    Codice fiscale: 92113870288

  • SDC slider 576x244

     

     

  • DSC 0454 resize 

     

     

    Fai come SIMONA ATZORI.

    Dona il tuo 5x1000 a Fondazione Fontana.

    Codice Fiscale: 92113870288

  • collage 3

     

    oltre 4000 Beneficiari dei progetti di cooperazione che  si ispirano ad un approccio comunitario e partecipativo.

     

     

     

     

    Quattro i paesi con i quali lavoriamo: Kenya, Ecuador, Bosnia e Israele

    Leggi l'articolo

COMUNI/CARE_Nr_17 giugno 2015

 simonanewsle

 "SOSTENETE I MIEI AMICI .... Io ho potuto toccare con "LE MIE MANI IN BASSO" le loro attività ed è per questo che mi sento felice di suggerire a voi di sostenerli... io lo faccio con tutto il mio cuore" - Simona Atzori

Anche quest'anno Simona Atzori sostiene Fondazione Fontana Onlus nella sua campagna per il 5x1000.

Firma anche tu e inserisci il codice fiscale : 92113870288

 

 

 

COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

La sedia di cartone. Tutti a lezione con Timoty Kiragu

sedie cartone Timothy Kiragu lavora in Kenya a Nyahururu presso il Saint Martin nel programma comunitario per persone con disabilità. Timothy, oltre a seguire i bambini disabili nel loro percorso abilitativo motorio, è la persona che costruisce per loro ausili. Per farlo non utilizza metallo o legno ma carta riciclata. Ha iniziato nel 2009 dopo aver frequentato un corso a Mombasa. Si trattava di un training di tre settimane sull’utilizzo dell’APT. L’acronimo APT sta per "Appropriate Paper-based Technology", tecnica per creare vari oggetti di uso comune con la carta. Oggetti che dovevano essere resistenti, utili, accattivanti e fatti con materiale a costo zero. Negli anni seguenti l’interesse e l’entusiasmo verso APT crebbe sempre più uscendo dai confini dello Zimbabwe grazie a convegni internazionali in Europa ed Africa e contaminando anche il mondo della fisioterapia e della disabilità. Grazie anche al Saint Martin,  che ha riconosciuto in questa tecnica un’opportunità non solo per le persone in difficoltà di poter ricevere un ausilio a basso costo,  ma anche, di poter accompagnare le comunità stesse nella costruzione di questi oggetti, Timoty h   a iniziato a costruire ausili utilizzando carta e cartone,  arrivando a produrne fino a 3 al mese.  A padova dal 10 al 12 aprile Timoty ha tenuto un corso denominato Laboratorio teorico pratico per la costruzione di ausili in cartone e cartapesta per i Paesi a Basso Reddito organizzato da Fisioterapisti Senza Frontiere in collaborazione con Fondazione Fontana al quale  hanno partecipato 25 fisioterapisti provenienti da tutta Italia. Quanto sta avvenendo a Nyahururu è attualmente un’esperienza intrigante oltreché unica in Kenya. Per questo Fondazione Fontana ONLUS, assieme al Saint Martin, ha deciso di diffondere questa buona pratica attraverso un documentario che racconterà di come uno strumento in semplice materiale riciclato possa incidere nel trasformare la vita quotidiana non solo del disabile ma della comunità che gli vive accanto. Ma di questo ve ne parleremo la prossima volta.

Darasa Maisha. Vita di classe. Cooperazione e reciprocità

serata lps

"Darasha Maisha". Vita di classe.  Cosi si chiama in Kenya il progetto che qui in Italia abbiamo titolato  Partecipazione e Territori.  Un programma formativo nato nel 2006 nell'ambito della cooperazione tra Fondazione Fontana e Saint Martin (Kenya). Rivolto alle classi del triennio delle scuole secondarie di Padova, coprogettato e corealizzato dai due partner, si svolge interamente in lingua inglese. Gli educatori,  italiani e kenyani, conducono insieme le attività utlizzando una metodologia partecipativa, giochi di ruolo, lavoro di gruppo, discussioni. I temi delle attività formative sono stati nel corso degli anni la comunità, il pregiudizio, la discriminazione, i diritti alla differenza, l'istruzione, il diritto al cibo. Stessi temi trattati anche nell'ambito della World Social Agenda. Il progetto,  a metà strada tra l'educazione e la cooperazione,  ha  nella reciprocità una condizione operativa indispensabile. Proprio in questa ottica, due formatrici italiane di Fondazione Fontana saranno in Kenya al Saint Martin nella seconda metà di giugno,  per uno scambio di metodologie e conoscenze. Incontreranno una trentina di ragazzi e ragazze della scuola superiore e gli stessi formatori del Saint Martin. E' sempre più un "fare insieme", un esercizio continuo e a volte difficoltoso di co-progettazione, una contaminazione continua tra Fondazione Fontana e Saint Martin.  E' il nostro modo di fare cooperazione internazionale. www.saintmartin-kenya.org

nato nel 1997 come primo festival internazionale e itinerante di cinema delle religioni per una cultura della pace e del dialogo tra persone, popoli, fedi e culture. - See more at: http://www.religionfilm.com/it#sthash.qtFyQ0Ds.dpuf

  __________________________________________________________________________________________________________________

EDUCAZIONE

 

Gli eventi di chiusura del progetto WSA a Padova e Trento

 

cadoneghe 1Grande mattinata sabato 23 maggio a Cadoneghe (Padova): scuole, famiglie, consiglio comunale UNICEF e Fondazione Fontana, ci siamo ritrovati a raccontare un anno di riflessioni ed esperienze intorno al diritto al cibo, tema affrontato quest'anno dal progetto World Social Agenda. Grandi le quinte elementari che con le loro maestre hanno restituito contenuti, riflessioni, domande con creatività e fantasia. Bravo il Consiglio Comunale che si è messo in gioco, entusiasmante Rinalda Montani che a nome dell'UNICEF ha rinnovato anche quest'anno la bellissima esperienza dello ius scholae a cui il comune di Cadoneghe aderisce da anni, conferendo la cittadinanza onoraria ai bambini che hanno concluso i primi 5 anni di scuola. Grazie a tutti!!! Guarda le immagini su Facebook

 

guarire terra due

A maggio si è chiuso il progetto WSA dedicato al primo obiettivo del millennio (lotta alla povertà estrema e fame) con due eventi finali a Padova e Trento.  Lo spettacolo GUARIRE LA TERRA. Gli 8 obiettivi del millennio in 8 storie prodotto da Fondazione Fontana con Vasco Mirandola, Martina Pittarello e le musiche della Piccola Bottega Baltazar,  ha chiuso non solo il percorso di quest'anno, ma un ciclo di 8 anni dedicati agli 8 obiettivi del millennio. Guarire la Terra è andato in scena a Padova il 17 aprile e a Trento il 15 maggio. Guarire la Terra è un viaggio lungo otto storie, per raccontare con parole, immagini e musiche gli otto obiettivi di sviluppo del millennio sottoscritti dall'Onu nel 2000, a ritroso dall'ultimo al primo, facendo riflettere su alcuni temi universali, interagendo e prendendo spunto dal percorso culturale di educazione, sensibilizzazione e informazione condotto dalla WSA. Un progetto che in 8 anni ha coinvolto oltre 21mila studenti, 882 classi e ben 220 insegnanti solo nelle scuole di Padova e Provincia.

carta trentoA Trento il percorso si sviluppa in tre ambiti: WSA e scuole, WSA e territorio, WSA e cooperazione. Proprio in quest'ultimo ambito, venerdì 22 maggio Fondazione Fontana ha organizzato a Trento, il nuovo seminario della Carta di Trento per riflettere sulle pratiche della cooperazione internazionale a promozione del diritto al cibo e della sovranità alimentare. La Carta di Trento per una migliore cooperazione internazionale è il risultato di un percorso che attori della cooperazione, locali e nazionali, istituzionali e non governativi, hanno avviato nel 2008 a Trento. www.worldsocialagenda.org

 

 

 

 ___________________________________________________________________________________________________________________

INFORMAZIONE

Sostieni Unimondo per un'informazione libera. Basta un caffè al giorno

caffe

UnimondoFace2facebook, la pagina facebook di Unimondo ha superato i 100.000 fan. Un numero che ci è di grande incoraggiamento anche se la nostra informazione, che ha un livello di approfondimento che richiede un po’ di motivazione personale nel lettore, non ha l’obiettivo di “seguire” l’audience, ma piuttosto di contribuire a “fare mentalità” e a "far cultura". Per sostenere l'informazione libera e plurale di Unimondo,  basta un 1 caffè al giorno. Se fai una donazione a Fondazione Fontana potrai sostenere non solo un’informazione più plurale ma anche diversi progetti di educazione in Italia e di cooperazione internazionale all’estero. Puoi anche scegliere di devolvere il tuo 5x1000 a Unimondo o a Fondazione Fontana. Leggi come

 

Alessandro Graziadei, caporedattore di Unimondo vince il premio Sturvi

dona sangue fidasAlessandro Graziadei, caporedattore di Unimondo, ha vinto il premio giornalistico Isabella Sturvi a Viareggio in occasione del congresso nazionale della Fidas, la Federazione che gestisce il premio. L’ufficio stampa della Fidas ha contattato i giornalisti che nell’ultimo anno avevano toccato il tema della donazione del sangue su web, carta stampata, radio e televisione proponendo il bando. Leggi l'articolo che ha vinto il premio a questo link
 
 

 _____________________________________________________________________________________________________

PARTECIPAZIONE

Uno sguardo sui prossimi appuntamenti

PADOVA

8 luglio

Torna mercoledì 8 luglio Porchetta Musica & Friends, una serata di raccolta fondi per la prossima edizione de "La pietra Scartata", l'evento sul tema della debolezza e delle fragilità. La serata si svolgerà negli spazi esterni della Parrocchia di Sarmeola di Rubano (PD) ed è organizzata dalla rete de La Pietra Scartata.

logo facebook

SDC banner 175x63

scritta NSS

MEWE

5x1000 2

fondazione-fontana-logoword-social-agenda-logoimpresa-solidale-logounimondo-logo