Informativa breve sui cookies
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, questo sito potrebbe usare cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie.
Per saperne di più o per modificare le tue preferenze sui cookie consulta la nostra Cookie Policy.

  • DSC 0456 resize

     

     Simona Atzori dona il suo 5x1000 a Fondazione Fontana onlus

    FAI COME  LEI!

    Codice fiscale: 92113870288

  • SDC slider 576x244

     

     

  • DSC 0454 resize 

     

     

    Fai come SIMONA ATZORI.

    Dona il tuo 5x1000 a Fondazione Fontana.

    Codice Fiscale: 92113870288

  • collage 3

     

    oltre 4000 Beneficiari dei progetti di cooperazione che  si ispirano ad un approccio comunitario e partecipativo.

     

     

     

     

    Quattro i paesi con i quali lavoriamo: Kenya, Ecuador, Bosnia e Israele

    Leggi l'articolo

COMUNI/CARE - Numero_8 luglio2013

 


COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

Very important feet promuove Fondazione Fontana e il Saint Martin

VIF-SimonaUna campagna fotografica particolare quella lanciata da Scholl, azienda leader nella cura dei piedi e Fondazione Fontana onlus. Guidati da Simona Atzori, nostra ambasciatrice, personaggi famosi come Luciana Savignano, Stefania Bianchini, Cristiana Capotondi, Sergio Muñiz, Cesare Natali, Andrea Pezzi, e straordinarie persone normali, tra cui Anita, esordiente sincronetta, Daria con i figli Matteo e Rocco, la futura mamma Serena e il medico radiologo Maria sono i testimonial che hanno aderito al progetto Very Important Feet.
Gli scatti di Fabrizio Ferri, fotografo di fama internazionale, ritraggono i piedi "instancabili, influenti e appassionati" dei protagonisti della campagna fotografica che ha l'obiettivo di sostenere Fondazione Fontana onlus nelle sua attività al Saint Martin CSA in Kenya.Tutti i personaggi coinvolti nella campagna, hanno infatti scelto di devolvere il loro compenso a Fondazione Fontana onlus di Padova e in particolare al progetto Saint Martin, una realtà che opera a favore delle popolazioni più svantaggiate nella zona di Nyahururu, a nord del Kenya.
Le gigantografie firmate Fabrizio Ferri saranno esposte nelle stazioni di 11 città italiane (Milano, Roma, Torino, Genova, Verona, Venezia, Bologna, Bari, Napoli, Palermo e Firenze)  fino al 30 luglio.
Guarda tutte le foto di Very Important Feet.

 

Ecuador, bambini e bambine a scuola e non sulla strada.  

cooperazioneIn questi mesi è nel pieno delle attività il progetto Mi escuelita miski – Bambine e bambini a scuola e non sulla strada. Nei quartieri periferici di Quito in Ecuador, il partner ASA Asociación Solidaridad y Acción, gestisce 6 centri doposcuola e spazi di aggregazione per più di 300 bambine e bambini tra i 6 e i 12 anni. L'azione del progetto Mi escuelita miski è quindi a sostegno del diritto allo studio, in particolare in quelle aree marginali e socialmente vulnerabili in Ecuador dove il sistema educativo e sociale attuale non soddisfa le necessità dei bambini e degli adolescenti. Il progetto è realizzato grazie alla collaborazione con l'associazione Docenti Senza Frontiere, l'Istituto comprensivo di Aldeno e Mattarello (TN), l'Associazione Pachamama e con il contributo della Provincia Autonoma di Trento.

La cooperazione internazionale avviata ha fatto fiorire nuove relazioni tra i bambini dell'Ecuador e le scuole primarie di Cimone e Aldeno (TN).  Qui linkato  il video che racconta le attività realizzate in questi mesi dagli alunni e le alunne di Aldeno e Cimone

 

  ________________________________________________________________________________________________________________________________________

EDUCAZIONE

 

Concluso a  Trento  il percorso World Social Agenda per il 2013

 

segnalibro wsatn3Mercoledì 22 maggio 2013 si è concluso a Vigo di Fassa il percorso della WSA di Trento nelle scuole superiori della provincia. La mattinata ha chiuso la serie di laboratori artistici e di videomaking iniziata lo scorso gennaio, che ha coinvolto in tutto 11 classi nelle scuole di Trento, Levico, Pergine e Pozza di Fassa. Presso l'Aula Magna del Liceo Ladino delle Lingue, gli studenti hanno incontrato la cantante e poetessa Marie Louise Niwemukobwa, nata in Rwanda nel 1967 e venuta in Italia per studiare.

L'artista, rientrata in Rwanda nel periodo del genocidio, durante il quale compose il suo primo CD, ha fondato l'Associazione Donne Immigrate Solidaires (ASDIS-VE) e ha raccontato ai ragazzi la sua esperienza e l'incontro con un gruppo di donne rwandesi che ha trovato nei tamburi uno strumento di riscatto sociale contro le disuguaglianze di genere. A conclusione della testimonianza, che ha entusiasmato e commosso i ragazzi, sono stati presentati i prodotti realizzati dagli studenti nel corso del laboratorio, tra cui una serie di segnalibri distribuiti nelle biblioteche di Trento e Vigo di Fassa. Sono stati inoltre proiettati i video realizzati dai ragazzi di Vigo di Fassa e dai colleghi di Trento. Nel riquadro, un particolare dei segnalibri realizzati nell'ambito del progetto

 

Concluso a Padova il percorso World Social Agenda per il 2013

wsapd 2

Numerosi sono stati gli eventi che hanno interessato il territorio di Padova e Provincia a conclusione di quest'anno in cui il progetto World Social Agenda ha invitato ad una riflessione sulla promozione della parità di genere a partire dal terzo obiettivo di sviluppo del millennio. Se l'evento del 16 maggio al Piccolo Teatro don Bosco ha dato voce in particolare al percorso delle scuole secondarie di secondo grado, i tre eventi territoriali di Cadoneghe, Limena e Rubano  hanno permesso anche ai più piccoli di coinvolgere la cittadinanza nella riflessione avviata in classe.

E così ai video realizzati dalle 20 classi delle scuole superiori con il supporto del regista Marco Zuin e alle opere figurative proposte dalle 3 classi del liceo artistico Modigliani sotto la guida della illustratrice Anna Berton, si sono aggiunti spettacoli teatrali, video, rap, canzoni e balletti che hanno coinvolto quasi 1000 persone invitandole a promuovere la differenza, quella di genere e quella più ampia che coinvolge ogni singola persona e la fa essere unica al di là di ogni stereotipo. I lavori e le serate sono state però solo il risultato dei percorsi articolati ed approfonditi che Fondazione Fontana ha potuto ideare e proporre grazie alle realtà del territorio - associazioni, istituzioni e reti - con cui e grazie a cui il progetto si è realizzato ed è diventato occasione preziosa per circa 3000 studentesse e studenti dai 6 ai 19 anni.

Un grazie particolare va a tutte e tutti gli insegnanti che hanno scelto e seguito il progetto, agli educatori che hanno saputo tradurre in attività semplici ma efficaci i complessi temi della parità di genere, alle istituzioni che hanno sostenuto e creduto in questo percorso.
Info: www.worldsocialagenda.org

 

Atlante on line: a che punto siamo

video atlante5, 10, 19, 24 aprile 2013. atlante.unimondo.org, il portale di geografia interculturale, è stato il protagonista del percorso di formazione "Geografie del mondo e intercultura" voluto dalla rete di scuole del Centro Territoriale per I'Integrazione, area intercultura, di Belluno nord. Questo percorso è stato l'esito della disseminazione e socializzazione avviata da Fondazione Fontana nell'anno 2012, in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto e il sostegno della Federazione delle Banche di Credito Cooperativo. Il percorso è stato itinerante: due incontri si sono svolti a Belluno centro, due ad Agordo. I primi due sono stati pensati come lezioni frontali centrate sui quadri teorici che hanno guidato la realizzazione di Atlante on-line, cioè la geografia relazionale, l'educazione geografica e l'approccio interculturale; i secondi due sono stati invece dei laboratori in cui si è dato spazio ai contenuti di Atlante ed è stata proposta una modalità di apprendimento e di insegnamento esperienziale basato sul modello di Kolb. Alla trentina di partecipanti, insegnanti della scuola primaria e secondaria di primo grado, è stato proposto l'ingresso nella già avviata comunità virtuale del blog di Atlante atlanteonline.wordpress.com, finanziato lo scorso anno dalla Federazione delle Banche di Credito Cooperativo.

 ______________________________________________________________________________________________________________________________________________

INFORMAZIONE

 Andrea Bernardi torna a  Kabul per Unimondo: ad agosto le sue testimonianze su www.unimondo.org 


cairo revolutionAndrea Bernardi è un giovane e noto fotoreporter. Anziché starsene dietro ad una scrivania a scaricare comunicati on line per far pezzi copia incolla ha deciso, appena finito l'Università, di diventare un freelance di guerra. Negli ultimi anni ha seguito i principali conflitti, raggiungendo via cielo e via mare i principali focolai: Libano, Egitto, Libia. Le sua immagini della Libia hanno bucato lo schermo di mezze tv europee. Il video "Cairo Revolution"  ci ha raccontato cosa accadde poco più di un anno fa a Piazza Tahrir al Cairo. Il docufilm racconta gli avvenimenti che hanno portato alla caduta del regime di Hosni Mubarak attraverso le immagini e le interviste agli egiziani che in quei giorni si sono riversati nella principale piazza del Cairo. Ma prova anche a raccontare il punto di vista dei sostenitori di Mubarak che hanno cercato di fermare le proteste, anche in modo violento, di quei giorni. Il girato è stato realizzato con persone (egiziani pro Mubarak e contro Mubarak) presenti durante le proteste nella capitale egiziana tra il 28 Gennaio e il 13 Febbraio 2011, principalmente in Tharir Square e nella Moschea trasformata in ospedale da campo sulla parte Nord-Est della piazza e nell'area dell'American University.

Durante il mese di agosto, Andrea ci invierà da Kabul nuove testimonianze e sarà possibile leggerle su www.unimondo.org

 

Unimondo citato nel SIPRI, il rapporto annuale sul commercio di armamenti in relazione ai trasferimenti di armamenti in Siria

Siria-ministro-Frattini-quei-carro-armati-sparano-italiano-sui-civili-di-Hama mediumNei giorni scorsi è stato pubblicato il SIPRI YEARBOOK 2013. il Rapporto Annuale sul commercio di armamenti ad opera dello Stockholm International Peace Research Institute . Per un estratto in pdf, clicca qui

 Un articolo scritto da Giorgio Beretta sull'export di armi italiane in Siria, pubblicato su Unimondo nell'agosto del 2011 è citato nel rapporto del SIPRI, proprio nella sezione "Arms transfers to Syria".  L'articolo in questione, dal titolo "Ministro Frattini, quei carro armati sparano italiano in Siria" ci fa capire come sistemi d'arma venduti a "paesi amici" vengono poi puntualmente impiegati nella repressione. 

 

_ __________________________________________________________________________________________________________________________________________

PARTECIPAZIONE

Uno sguardo sugli appuntamenti passati

Mercoledì 10 luglio a Sarmeola di Rubano si è tenuto l'annuale appuntamento "Porchetta Musica & Friends, una serata di raccolta fondi per la prossima edizione de "La pietra Scartata", l'evento sul tema della debolezza e delle fragilità. La serata, alla quale hanno partecipato oltre 600 persone, è stata organizzata da Fondazione Fontana onlus, Atantemani, Centro Missionario Diocesano di Padova, Opsa, Unione italiana Lotta alla Distrofia Muscolare onlus.

 
 

logo facebook

SDC banner 175x63

scritta NSS

MEWE

5x1000 2

fondazione-fontana-logoword-social-agenda-logoimpresa-solidale-logounimondo-logo