Informativa breve sulla gestione dei dati personali e dei cookie nel rispetto della normativa GDPR
Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza, questo sito potrebbe usare cookie anche di terze parti. Chi sceglie di proseguire nella navigazione oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie.
Nel rispetto della normativa GDPR, per saperne di più sulla gestione dei cookie e sull'uso dei dati personali consulta la nostra Cookie Policy.

  • 5x1000 NIENTESTASCRITTO-01

     

  • SDC slider 576x244

     

     

  • collage 3

     

    oltre 4000 Beneficiari dei progetti di cooperazione che  si ispirano ad un approccio comunitario e partecipativo.

     

     

     

     

    Quattro i paesi con i quali lavoriamo: Kenya, Ecuador, Bosnia e Israele

    Leggi l'articolo

COMUNI/CARE - Numero_0 - Settembre 2011


COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

1CLICK PER l'AFRICA_seconda fase. A voi basta un click, a loro un'ambulanza

ambulanzaInsieme a voi e al nostro portale Unimondo abbiamo partecipato al concorso indetto dalla Citroen“1 click donation”, che metteva in palio una Citroen C4 Picasso e abbiamo vinto!

L'obiettivo per noi  era ricavare le risorse per donare un’ambulanza al Saint Martin in Kenya  e siamo a metà strada.

Se facciamo un po' di conti, il costo per l'acquisto in Kenya di un’auto adatta adibita ad ambulanza è di circa 50.000 euro. Il concorso Citroën ci ha già permesso di vincere un'auto del valore di 27.000 euro, che per trasparenza abbiamo già inviato al Saint Martin . Ora: 50.000 meno 27.000 uguale 23.000 euro. Dove li troviamo? Si apre quindi la seconda fase del concorso: la stessa casa automobilistica ha messo in palio una seconda auto (un Citroën Jumpy) tra le cinque organizzazioni che hanno vinto la prima fase e il valore di questa ulteriore auto ci permetterebbe di coprire la seconda tranche dell'ambulanza per il Kenya. “non vorrete mica mandare in giro il Saint Martin con metà ambulanza, vero? “

Come fare per aiutarci a far vincere al St. Martin la seconda fase del concorso? basta fare un post, mandare una mail o un sms ai vostri amici perché votino con un click all'indirizzo di “1 click donation

BASTA UN CLICK

________________________________________________________________________________________________________________________________________

EDUCAZIONE

 

Al via la nuova edizione della World Social Agenda

newsletter_edu

Parte la nuova edizione della WORLD SOCIAL AGENDA, il percorso educativo che la Fondazione Fontana propone ogni anno alle scuole di Padova e Trento per approfondire gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio delle Nazioni Unite.

In Trentino quest'anno la WSA sarà dedicata contemporaneamente a due degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio: l'Obiettivo 5, Migliorare la salute materna e l'Obiettivo 4, Ridurre la mortalità infantile; a Padova ,  il percorso ha come focus l'Obiettivo 4, con il titolo "SALUTE e BENESSERE dell'INFANZIA – diminuire la mortalità infantile"

Una delle caratteristiche più terribili della povertà è che colpisce sempre i più vulnerabili e indifesi. Nei paesi in via di sviluppo, 1 bambino su 10 muore prima di aver compiuto cinque anni di età. Nelle nazioni ricche, la cifra è di bambino ogni 143. Il Quarto Obiettivo di Sviluppo del Millennio da raggiungere entro il 2015 mira a ridurre di due terzi la percentuale di mortalità tra i bambini con meno di cinque anni di età.

A Trento, la World Social Agenda svilupperà un percorso formativo per gli insegnanti,  offrendo spunti di riflessione rispetto al legame tra salute e cultura, tra salute delle donne e diritti dell'infanzia,  tra l'accesso alla salute per le donne e il livello di sviluppo e benessere della società. 

A Padova, l'attività si concentrerà sulla salute e sul benessere dell'infanzia (Obiettivo 4)  rivolgendosi, come nelle precedenti edizioni,  al mondo della scuola attraverso percorsi artistici e di scrittura, laboratori, incontri formativi. Sono previste inoltre altre iniziative rivolte alla cittadinanza.

Segnaliamo anche che nel sito dedicato al progetto www.wordsocialagenda.org, sono disponibili Dossier e materiali di approfondimento sul tema in oggetto, che verranno via via aggiornati con le varie tappe del percorso. Sempre sul sito, nell'edizione dello scorso anno l'ATTESA FRAGILE, dedicata alla salute materna, saranno disponibili a breve tutte le 100 interviste che raccontano attraverso la voce diretta delle donne l'esperienza vissuta o immaginata della maternità.

________________________________________________________________________________________________________________________________________

INFORMAZIONE

Fondazione Fontana con Unimondo appoggia la campagna NOF35

NoF35Fondazione Fontana, assieme a Unimondo appoggia la seconda fase della campagna NO F35 per chiedere al Governo italiano di non procedere all’acquisto dei 131 cacciabombardieri d’attacco F35-JSF e destinare i fondi risparmiati alla tutela dei diritti dei più deboli e allo sviluppo del Paese. “Si tratta di una spesa di circa 20 miliardi di euro (15 per il solo acquisto e altri 5 per lo sviluppo)” - sottolinea la Rete Italiana per il Disarmo che con la campagna Sbilanciamoci!, la Tavola della pace, GrilloNews e Unimondo promuove l’appello “Taglia le ali alle armi e numerose iniziative.

Anche se il Governo tiene bloccata dalla fine 2009 la decisione definitiva, l'Italia a breve potrebbe perfezionare l'acquisto di oltre 130 cacciabombardieri d'attacco Joint Strike Fighter F-35: un programma che ad oggi ci è costato già 1,5 miliardi di euro ne costerà almeno altri 15, solo per l'acquisto dei velivoli, arrivando ad un impatto di 20 miliardi nei prossimi anni.

"In questo periodo di crisi e di mancanza di risorse per tutti i settori della nostra società, diviene perciò importante effettuare pressione sul Governo italiano affinché decida di rivedere la propria intenzione verso l'acquisto degli F-35, scegliendo altre strade più necessarie ed efficaci sia nell'utilizzo dei fondi (verso investimenti sociali) sia nella costruzione di un nuovo modello di difesa" - aggiunge Giulio Marcon di Sbilanciamoci!.

I promotori dell'appello notano quindi che mentre con le due manovre economiche estive, per pareggiare i conti dello Stato, si chiedono forti sacrifici agli italiani con tagli agli enti locali, alla sanità, alle pensioni, all'istruzione, il Governo mantiene l'intenzione di procedere all'acquisto di 131 cacciabombardieri d'attacco F35- Joint Strike Fighter al costo di circa 20 miliardi di euro. Con i 15 miliardi che si potrebbero risparmiare cancellando l'acquisizione degli F-35 JSF si potrebbero fare molte cose: ad esempio costruire duemila nuovi asili nido pubblici, mettere in sicurezza le oltre diecimila scuole pubbliche che non rispettano la legge 626 e le normative antincendio, garantire un'indennità di disoccupazione di 700 euro per sei mesi ai lavoratori parasubordinati che perdono il posto di lavoro.

Nel dicembre del 2009 le associazioni promotrici della prima fase della campagna di mobilitazione (denominata " "STOP F35!") hanno cercato di consegnare al Governo le 20 mila firme raccolte col sostegno di oltre 120 organizzazioni contro l'acquisto dei 131 cacciabombardieri F35-JSF.

leggi tutto l'articolo su www.unimondo.org

_________________________________________________________________________________________________________________________________________

PARTECIPAZIONE

I prossimi appuntamenti

  •  Mercoledì 5 ottobre 2011 ore 16.30 - Sede della Fondazione - via F.S. Orologio, 3 Padova - Presentazione percorso WSA 2012 alle Scuole secondarie di II grado.

  • Giovedì 6 ottobre 2011 ore 16.30, Istituto Ruzza, via Sanmicheli, 8 Padova - Presentazione percorso WSA 2012 alle Scuole primarie e secondarie di I grado

  • Giovedì 20 ottobre 2011 ore 15.00-18.00 - Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale, Vicolo S. Marco,1, Trento "La salute delle mamme e dei bambini. Dal mondo al Trentino. Aspetti sociali, sanitari e interculturali".

  • Sabato 3 dicembre presso l'Università di Padova, Convegno Scuola - Educazione - Istruzione,  in collaborazione con Associazione ASA onlus.

logo facebook

5x1000 2

fondazione-fontana-logoword-social-agenda-logoimpresa-solidale-logounimondo-logo